20 Ago
  • Da Giuseppe Natale
  • 48 Views
  • 0 Commenti

Misure di prevenzione West Nile Virus 2019

Il Centro Nazionale Sangue, a seguito del riscontro di positività per WNV nelle seguenti province, richiama l’applicazione della misura di sospensione temporanea di 28 giorni per i donatori di sangue e di emocomponenti che abbiamo soggiornato nella provincia di Padova anche solo per una notte. Per i donatori delle suddette provincia viene invece introdotto il Test NAT per WNV.

Per le seguenti province italiane è prevista una sospensione di 28 giorni.

Padova
Reggio Emilia
Ferrara
Mantova
Rovigo
Treviso
Venezia
Parma
Verona
Vicenza
Modena
Torino
Cremona
Piacenza
Asti
Cuneo
Bologna
Ravenna

Province estere:
Austria: stato federato Bassa Austria
Bulgaria: distretto di Montana
Grecia: unità periferiche di Pieria, Xanthi, Karditsa, Trikala, Larissa, Kavala, Taso, Solonicco, Rodopi
Romania: nei distretti di Buzau, Calarasi, di Galati, Bucarest e di Tulcea
Francia: dipartimento del Var
Ungheria: province di Pest e di Jasz-Nagykun-Szolnok
Cipro: Isola di Cipro
Serbia: distretto di Belgrado

Aggiornato al 20 agosto 2019

Il virus del Nilo Occidentale (conosciuto con la denominazione inglese di West Nile Virus) è un Arbovirus che solo accidentalmente può infettare l’uomo. L’infezione umana è in oltre l’80% dei casi asintomatica; nel restante 20% dei casi i sintomi sono quelli di una sindrome pseudo-influenzale. Nello 0,1% di tutti i casi (comprensivi dei sintomatici ed asintomatici), l’infezione virale può provocare sintomatologia neurologica del tipo meningite, meningo-encefalite.

Le evidenze scientifiche nazionali ed internazionali hanno recentemente dimostrato l’efficacia dei piani di sorveglianza sistematica delle catture di zanzare vettrici e di sorveglianza attiva degli uccelli selvatici nel fornire informazioni precoci sulla circolazione del West Nile Virus.

Per maggiori informazioni, si rimanda alla pagina dedicata del Centro Nazionale Sangue.